Attenzione Spotify! È arrivato il servizio di streaming musicale di YouTube

Ricordate quando l’unico modo di ascoltare il nuovo album dei Red Hot Chili Peppers era comprare canzoni a €0,99 su iTunes? Quei giorni sono ormai solo un ricordo lontano grazie alla crescente popolarità dei servizi di streaming che portano le hit delle più grandi case discografiche o delle star dell’indie direttamente nelle nostre orecchie. L’ultima aggiunta è YouTube Music, che raggruppa tutti i milioni di canzoni e video su Youtube in un solo posto, disponibili sui sistemi operativi iOS e Android e su desktop.

YouTube Music presenta tutte le caratteristiche che ormai ci aspettiamo di trovare nelle app di streaming: l’ascolto senza pubblicità (ad un determinato prezzo mensile), uscite esclusive e playlist raccomandate, ma ha anche una ricerca e una funzione di scoperta che funzionano grazie all’intelligenza artificiale, quindi si potrà inserire anche solo una parte del testo se non conoscete o non ricordate il nome della canzone o dell’artista che state cercando.
YouTube ha detto anche che consiglierà canzoni in base a dove ci si trova, il che significa probabilmente che si dovranno attivare i servizi di localizzazione se si vuole che l’app suggerisca canzoni perfette per un’attesa in aeroporto prima di una partenza. Oltre alle canzoni originali, ci sarà anche un’ampia gamma di remix, cover e performance live che faranno distinguere YouTube dalle piattaforme concorrenti.
Per avere lo streaming senza pubblicità (tutti possono usare il servizio gratuito con le pubblicità) e l’opzione di scaricare le canzoni, ci sarà bisogno di iscriversi a YouTube Music Premium, che costa €9,99 al mese. Questo costo è equivalente alla somma dell’iscrizione ad Apple Music o Spotify Premium.
YouTube potrebbe essere arrivato in ritardo nel mondo dello streaming musical, ma la sua già forte scelta di video musicali dovrebbe metterlo sulla strada del successo. Tuttavia, avrà l’arduo compito di attirare gli attuali iscritti di Spotify Premium e Apple Music, che sono fedeli alle playlist più famose su entrambe le piattaforme, tra cui “The A-List: Pop” di Apple Music e il “Discover Weekly” di Spotify. Che vinca il migliore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *